Cina/ Dopo scandalo Bo Xilai chiusi 42 siti internet

E cancellati 210.000 messaggi degli internauti
Pechino, 12 apr. (TMNews) – La Cina ha chiuso 42 siti internet e ha cancellato oltre 210.000 messaggi degli internauti a partire dalla metà  di marzo per mettere fine “alle voci alimentate da internet”. E’ quanto riporta oggi l’agenzia di stampa Xinhua, citando un alto funzionario.
Le autorità  cinesi hanno rafforzato la censura su internet dopo lo scandalo che ha travolto il partito, con l’epurazione di uno dei suoi leader, Bo Xilai, e l’incriminazione della moglie Gu Kilai per l’omicidio di un uomo di affari britannico. (fonte Afp)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)