Informatica/ “batteri magnetici” per i computer del futuro

Componenti verranno fatti “crescere” sui chip

Roma, 7 mag. (TMNews) – Saranno i “batterio magnetici” a rendere possibili i computer biologici del futuro: è quanto risulta da uno studio delle Università  di Tokyo e Leeds.

Come spiega il sito della Bbc, lo studio ha utilizzato il “Magnetumspirillum magneticum”, un battere anaerobico che si nutre di ferro e che per questo motivo produce al suo interno dei cristalli di magnetite: lo scopo non è tanto di utilizzare direttamente i microrganismi, quanto di copiare il meccanismo di sintesi della magnetite ed applicarla direttamente sui chip.

In tal modo i componenti verrebbero fatti “crescere” e non più fabbricati e montati, facilitando in tal modo il passaggio verso una miniaturizzazione ancora più estrema: per i collegamenti elettrici, sono in fase di studio dei “nano-tubi” ottenuti da membrane cellulari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)