EDITORIA: LUCIA ANNUNZIATA DIRETTORE HUFFINGTON POST ITALIA

HUFFINGTON POST MEDIAGROUP-GRUPPO ESPRESSO, LANCIO A SETTEMBRE

(ANSA) – ROMA, 9 MAG – Dopo le indiscrezioni stampa e web la conferma: Lucia Annunziata sarà  il direttore di Huffington Post Italia. A darne l’annuncio ufficiale Huffington Post Mediagroup e Gruppo Espresso, in una nota in cui viene anche precisato che “il lancio di Huffington Post Italia è previsto per il mese di settembre”. “L’Huffington Post Italia potrà  sfruttare le competenze editoriali e la leadership del Gruppo Espresso nonché la formula di grande successo di Huffington Post Mediagroup che combina notiziari esclusivi, cura dei contenuti, community e strumenti di interazione, oltre a una vivace ed evoluta piattaforma di blogging” si legge nel comunicato. Lucia Annunziata, già  presidente della Rai, direttore dell’agenzia Ap.Biscom e direttore del Tg3, ha lavorato per la Repubblica e il Corriere della Sera. Attualmente conduce per Rai3 ‘In 1/2 h’ ed è editorialista de La Stampa. E’ anche membro dell’Aspen Institute e direttore responsabile della rivista Aspenia. E’ stata inoltre insignita della Nieman fellowship dall’università  di Harvard. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando