TV: DI BELLA, ANNUNZIATA RIMANE ASSOLUTAMENTE A RAITRE

VOLO CONFERMATO FINO A DICEMBRE, DANDINI CHISSA’

(ANSA) – ROMA, 9 MAG – “Per quanto mi riguarda Lucia Annunziata rimane assolutamente nel palinsesto di Raitre, anche dopo questa importantissima nomina che ci rende tutti molto felici”. A dirlo all’ANSA è il direttore di Raitre Antonio Di Bella a poche ore dall’annuncio che la giornalista volto della terza rete sarà  il direttore di Huffington Post Italia, questa sera a margine dell’inaugurazione della mostra di vignette di Lorenzo Terranera L’Italia di Ballarò. “Il suo ‘In 1/2 H’ è un punto imprescindibile dell’informazione politica italiana e non solo italiana – dice il direttore – siamo orgogliosi dello speciale che ha realizzato per le elezioni francesi e ora c’é anche un anno di elezioni americane. Il suo è un contributo fondamentale”. Quanto a Serena Dandini, rispondendo ad una domanda su un suo eventuale ritorno in seconda serata su Raitre, aggiunge: “Tutto é possibile. Io sono molto amico di Serena e mi è spiaciuto quando è andata via. Nel palinsesto sino a novembre, però non c’é. Vedremo magari il prossimo anno”. Confermato invece Fabio Volo “da ottobre fino a dicembre” anche nonostante i risultati non eccellenti del suo programma, che però Di Bella spiega concludendo: “Il suo programma è un’operazione che ha bisogno di tempo”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi