Facebook: sottoscrittori hanno rivisto stime prima di Ipo

MILANO (MF-DJ)–Gli analisti di almeno 2 dei principali sottoscrittori di Facebook hanno rivisto le stime sulla societa’ durante gli incontri con gli investitori per il “road show” della Ipo. Lo affermano fonti vicine all’accordo. Morgan Stanley e Goldman Sachs hanno aggiornato le loro stime sul social network dopo che la societa’ ha aggiunto dei warning al prospetto della Ipo, riguardanti le modalita’ attraverso le quali la base clienti starebbe crescendo piu’ rapidamente del numero di pubblicita’ che diffonde. Il trend sarebbe dovuto in primis al crescente uso di Facebook sui cellulari dove normalmente non compaiono pubblicita’ ai visitatori. Nonostante la data esatta delle revisioni degli analisti non fosse chiara, persone vicine alla vicenda dichiarano che sarebbero state modificate subito dopo l’aggiornamento da parte di Facebook del prospetto del 9 maggio, circa una settimana prima del prezzamento dell’offerta. I sottoscrittori si attengono alle regole della Sec che impedisce loro di pubblicare ricerche sulle Ipo nelle quali sono coinvolti ma gli analisti possono tuttavia discutere le proprie idee con i clienti durante i road show. red/est/bia

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando