RAI: USIGRAI, BOOM INFORMAZIONE, DG RICONSIDERI TAGLI

(ANSA) – ROMA, 23 MAG – “Quando la Rai torna a fare la Rai, i cittadini la premiano. E’ quello che è successo in questi giorni con l’informazione sul terremoto in Emilia Romagna e sull’anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio”. E’ quanto sottolinea in una nota l’esecutivo Usigrai, rilevando che “i picchi di ascolto dell’informazione ordinaria e straordinaria di Rainews, Tg1, Tg2, Tg3 e TgR sono il segnale dell’attaccamento dei cittadini alla Rai servizio pubblico”, segnalando “l’importante lavoro della radio” e auspicando che “la direzione generale ne prenda atto e riconsideri le sue scelte di tagli alla produzione”. Per il sindacato dei giornalisti della tv pubblica, “é urgente restituire la Rai ai cittadini e al Paese, una Rai all’altezza della sua missione, quella di servizio pubblico”. Di qui sei proposte: “rilancio di Rainews (altro che tagli!) e sinergia con tutte le edizioni dei tg delle reti generaliste”; “messa a punto di un protocollo di intervento e task force da attivare immediatamente in caso di evento straordinario”; “dotazione di tutte le testate e sedi regionali di mezzi tecnologici leggeri a partire dalle telecamere con Sim per la trasmissione su banda larga”; “potenziamento del web e delle altre piattaforme”; “trasmissione in continua sulle reti generalistedi una fascia scorrevole che dia la notizia e rimandi, per l’informazione, a Rainews canale 48 e alla prima straordinaria in onda”; “assegnazione di spazi di approfondimento di rete gestiti dai giornalisti delle testate sugli eventi straordinari”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi