Italiani su Facebook: amano calcio e dolci ma interagiscono con giornali e tv

Per analizzare il rapporto tra gli italiani e Facebook, BlogMeter ha messo in campo il suo strumento ‘Facebook Social Analytics’ ed ha classificato nel periodo 1-31 maggio 2012 le pagine in italiano del social network secondo due dimensioni: il numero di fan e la capacità  di un loro coinvolgimento da parte delle aziende.
Se si considera l’aspetto della numerosità  dei fan, gli italiani su Facebook hanno due grandi passioni: il calcio e i dolci. Oltre al Milan, fanno il pieno di supporter club come Juventus, Inter e Roma. In vetta c’è anche il cavallino di Maranello, seguito da aziende che sfornano prodotti dolciari. Oltre alla citata Nutella, troviamo brand familiari come Magnum, Kinder Bueno, Kinder Cioccolato, Pan di Stelle, ancora Kinder, Martini, Cornetto Algida, Baci Perugina, Estathè. Tra i media gli unici presenti sono la trasmissione ‘Lo zoo di 105’ e Mtv. A rappresentare la tecnologia Vodafone Italia e Nokia Italia.
Se invece si considera il coinvolgimento – in termini di numero di like, commenti, condivisioni, post spontanei – la classifica cambia completamente. Al primo posto la free press ‘Leggo’ che per ogni 1000 fan ne stimola mediamente 80. E al secondo un canale satellitare di televendite come Qvc Italia che ne coinvolge 56. Presenti anche quotidiani come ‘Il Giornale’, ‘Il Manifesto’, ‘Il Messaggero’, ‘Il Fatto Quotidiano’, ‘Repubblica’, ‘Repubblica XL’, ‘Il Secolo XIX’ e Panorama.it, emittenti radio come Virgin Radio, la rete all news TGcom24, e ‘Servizio Pubblico’ di Santoro.

– Gli italiani su Facebook: la classifica (.jpg)

– Sintesi dei risultati (.doc)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Covid: oltre 70mila contenuti generati online dalle parole dei virologi. Reputation Science: troppe informazioni, tra incoerenza e divergenze

Covid: oltre 70mila contenuti generati online dalle parole dei virologi. Reputation Science: troppe informazioni, tra incoerenza e divergenze

L’odio online corre soprattutto su Twitter. Mappa Vox dell’intolleranza: con pandemia rallenta, ma si radicalizza; donne i primi bersagli

L’odio online corre soprattutto su Twitter. Mappa Vox dell’intolleranza: con pandemia rallenta, ma si radicalizza; donne i primi bersagli

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica

Cresce del 20% la spesa per contenuti digitali in Italia: traina il gaming, poi video, editoria e musica