Google/Acquisto Twitter sarebbe agevolato da flop Ipo Facebook

Accordo più conveniente grazie a svalutazione sito microblogging

New York, 7 giu. (TMNews) – A risentire dello sbarco in Borsa deludente di Facebook non è soltanto Wall Street, ma anche la Silicon Valley. Il flop dell’Ipo ha infatti ridimensionato il valore di Twitter, rendendolo un boccone più appetibile per Google. E il motore di ricerca, che aveva già  in passato mostrato interesse per il social network, potrebbe quindi essere pronto a fare una offerta nei prossimi mesi.

Una fonte vicina al colosso di internet ha rivelato al sito specializzato Business Insider settimana scorsa che il team di Google responsabile dello sviluppo è dispiaciuto di non avere fatto più pressione sul management per comprare Twitter “quando poteva”, ovvero prima che il valore del social network schizzasse a circa 8 miliardi di dollari. Ma non è ancora troppo tardi.

Il debutto deludente di Facebook ha reso evidente che il mondo della finanza non è particolarmente interessato ai siti con milioni di utenti e poco fatturato. Il valore di Twitter si è così ridimensionato e una fonte vicina al sito di microblogging ha detto che “Google è ancora in tempo per l’acquisizione”.

L’acquisizione porterebbe vantaggi per entrambe le società .
Twitter ha bisogno di sviluppare pubblicità  personalizzate per aumentare le entrate, un campo dove Google ha molta esperienza. E il motore di ricerca, per restare al passo con i tempi, deve puntare sul traffico mobile, il terreno ideale di Twitter. I presupposti, quindi, non mancano. Ma l’ultima parola spetta a Google.

A24-Tam

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)