CINA: NUOVA ACCUSA PER APPLE, HA VIOLATO COPYRIGHT

Condividi

DOPO PROVIEW, ALTRA CITAZIONE DA SOCIETA’ CHIMICA DEL JIANGSU

(ANSA) – SHANGHAI, 03 LUG – Un’altra azienda cinese ha denunciato la Apple per violazione delle leggi sul copyright, dopo che si è diffusa la notizia ieri che la società  di Cupertino pagherà  60 milioni di dollari alla cinese Proview per il marchio iPad. Lo scrive la stampa cinese. La Jiangsu Xuebao Consumer Goods Company, una società  chimica del Jiangsu, ha citato la Apple chiedendo un risarcimento di 500.000 yuan, circa 60 mila euro, in quanto detentrice del marchio ‘Xuebao’ che in cinese significa ‘Leopardo delle nevi’, ‘Snow Leopard’, nome identico al sistema operativo della Apple. La società  ha dimostrato di aver registrato il nome già  del 2000, ironia della sorte lo stesso anno della registrazione del marchio iPad da parte della cinese Proview. La Xuebao ha registrato il marchio in 42 diverse categorie a cominciare dal 1994, anche se relativamente a prodotti informatici ed elettronici nel 2000. La società  in realtà  produce principalmente prodotti chimici e per la pulizia della persona e della casa, ma ha prodotto anche alcuni software con il nome Xuebao e alcuni prodotti tecnologici. Ha accusato la Apple di fare profitto ‘sfruttando la sua reputazione in Cina’, mostrando 104 casi di violazione del copyright nei suoi confronti da parte della Apple. A quanto ha raccontato alla stampa cinese Tong Yu, presidente della Xuebao, la Apple nel 2008 ha tentato di registrare in Cina Snow Leopard e si è visto rifiutare la cosa dalle autorità  proprio per la presenza della registrazione del marchio da parte della sua società . Il prossimo 10 luglio, la causa verrà  ascoltata da un giudice del tribunale di Pudong a Shanghai. (ANSA).