Computer/ Futuro è dei tablet: nel 2016 supereranno i portatili

Tra 2012 e 2017 il loro numero passerà  da 121 a 416 milioni

Roma, 4 lug. (TMNews) – Il futuro appartiene ai tablet, che nei prossimi cinque anni soppianteranno i personal computer portatili: lo mostra uno studio della società  di ricerche Npd, secondo cui tra il 2012 e il 2017 il numero di portatili passerà  da 208 a 393 milioni, mentre quello dei tablet passerà  da 121 a 416 milioni. Nel 2017 il numero di personal computer venduti a livello globale si attesterà  a quota 809 milioni, dai 347 milioni di quest’anno, con Nord America, Giappone ed Europa occidentale che rappresenteranno il 60-66 per cento delle vendite.

“I consumatori preferiscono sempre di più i tablet ai notebook, soprattutto nei mercati maturi”, ha spiegato l’analista Npd Richard Shim. Il mercato tablet al momento è dominato dall’iPad Apple che a maggio controllava una quota del 62,8 per cento, seguita molto alla lontana da Samsung con il 7,5. Sul mercato si sono appena affacciati, tuttavia, colossi come Microsoft e Google, che hanno appena presentato i loro tablet, rispettivamente Surface e Nexus 7. L’accresciuta concorrenza contribuirà  al calo dei prezzi ma non alla riduzione delle capacità  e delle funzioni dei dispositivi. Saranno, anzi, caratteristiche come l’avvio immediato, la durata della batteria, la portabilità , la presenza di processori multi-core e di schermi ad alta risoluzione, a fare la differenza. La qualità  dell’immagine sarà  di particolare importanza perché tra gli usi principali dei tablet ci sarà  il consumo di contenuti video.

Fus

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)