Editoria: Mauri Spagnol debutta nel segmento low cost

Condividi

MILANO (MF-DJ)–A’ la guerre come a’ la guerre. Visto che il mercato librario soffre in termini di venduto (-10,8%) e di ricavi (-11,8%) e che i competitor non si fanno scrupoli a sforbiciare i prezzi di copertina, il Gruppo Mauri Spagnol, terzo player italiano con una quota di mercato del 10,2% (alle spalle di Mondadori, 25,7%, e Rcs, 11,6%), passa al contrattacco debuttando nel mercato low cost, quello sotto la soglia dei 10 euro di prezzo.

La casa editrice guidata dal presidente e a.d. Stefano Mauri (che conta 16 marchi tra i quali Garzanti, Longanesi, Guanda, Vallardi, Bollati Boringhieri, Ponte alle Grazie, Salani e Chiare Lettere), riferisce MF citando la relazione di bilancio 2011, entrera’ con misura nell’arena dei rilegati a prezzi contenuti. Tanto piu’ che la fascia di prezzo sotto i 10 euro a causa della crisi pare essere l’unica in crescita.

Nel frattempo, il gruppo ha perso Benedetta Parodi, passata a Rizzoli, rifacendosi con Massimo Gramellini, il cui ‘Fai bei sogni’ domina le classifiche.

red/ofb