CINECITTA’: MINISTERO INCONTRA LE PARTI

OGGI ASCOLTATI GLI STUDIOS, DOMANI APPUNTAMENTO CON LAVORATORI

(ANSA) – ROMA, 9 LUG – Oggi c’é stato l’incontro con gli Studios, domani, nel pomeriggio, ci sarà  quello con i lavoratori. Si sposta nelle stanze del ministero dei beni culturali la vertenza di Cinecittà ,con i lavoratori da giorni in mobilitazione contro quello che i sindacati definiscono “un piano di dismissione industriale”. L’intervento del ministero era stato richiesto a gran voce nei gironi scorsi da esponenti di pd, idv, prc, sel, tutti solidali con la battaglia combattuta dai lavoratori, che giorni fa hanno occupato con tanto di tende i gloriosi Studios. “E’ in corso da parte della gestione di Cinecittà  Studios lo smembramento dell’attività , con la precostituzione di un vero e proprio cambiamento di missione del marchio storico del cinema italiano”, ha denunciato il senatore pd Vincenzo Vita, chiedendo al governo “di battere un colpo. Se è vero che per l’80% la società  è ormai privata, non solo rimane un 20% che é in mano pubblica, ma la società  guida ‘Istituto Luce-Cinecitta” è integralmente in una delle società  del Tesoro. Quindi, non ci sono alibi. Ci attendiamo qualche segnale prima che un primato storico dell’Italia finisca come la Olivetti”. Il ministero, che già  nelle scorse settimane aveva avuto primi contatti con entrambe le parti, ha ascoltato oggi i rappresentanti degli Studios e domani, nel tardo pomeriggio, sentirà  le ragioni dei lavoratori. Stando ad indiscrezioni le speranze di ricomporre la vertenza e trovare un accordo sembrano comunque ridotte e i margini di trattativa strettissimi. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi