Tv/ascolti: Rai, ”una voce per padre Pio” più visto prime time

(ASCA) – Roma, 10 lug – Ottimo risultato per il programma ”Una voce per Padre Pio” trasmesso su Rai1 ieri, lunedi’ 9 luglio, che ha stravinto il prime time avendo ottenuto nella prima parte 3 milioni 644 mila spettatori e uno share del 17.34 e nella seconda 3 milioni 194 mila con il 17.15. La serata televisiva prevedeva su Rai2 un episodio del telefilm ”Squadra speciale cobra 11” che ha realizzato 1 milione 847 mila spettatori e l’8.98 di share e uno di ”Una scatenata coppia di sbirri” con 1 milione 713 mila e l’8.18. Su Rai3 il film tv ”Arsenio Lupin” e’ stato visto da 1 milione 653 mila spettatori e uno share dell’8.32. In seconda serata il programma di Bruno Vespa ”Porta a porta estate” e’ stato il programma piu’ visto della fascia oraria con 1 milione 41 mila spettatori e l’11.90 di share. Vittoria nell’access prime time per il programma di Rai1 ”Techetechete’ il nuovo che fu” che ha fatto registrare 3 milioni 169 mila spettatori e uno share del 16.65. Da segnalare su Rai3 la tappa del Tour de France che ha totalizzato 772 mila spettatori e uno share dell’8.18. Nettissima vittoria delle reti Rai in prima serata con 8 milioni 577 mila spettatori e uno share del 42.49; in seconda serata con 3 milioni 122 mila e il 32.44 e nell’intera giornata con 3 milioni 150 mila e il 38.56.
red/red /red

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi