Mediaset: cede un pezzo di Videotime (MF)

MILANO (MF-DJ)–I vertici di Mediaset in questi ultimi anni hanno sempre smentito la possibilità  di intervenire sugli organici aziendali (al 31 marzo i dipendenti erano 6.158, 24 in meno rispetto all’anno precedente).

Martedì 10 luglio, scrive MF, l’azienda ha comunicato la volonta’ di cedere il ramo d’azienda composto dalle dieci sedi regionali di Videotime, la societa’ che dal 1981 si occupa dell’ideazione, progettazione e realizzazione dei programmi televisivi di Canale 5, Italia 1 e Rete 4, oltre al mantenimento tecnologico degli studi. Cosi’, sempre ieri, i rappresentanti sindacati di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uilm, hanno “espresso il loro dissenso su tale iniziativa” e chiesto “un incontro immediato, gia’ previsto nella giornata del 16 luglio”. In particolare, secondo quanto ricostruito in ambienti sindacali, il progetto di Mediaset sarebbe quello di scorporare da Videotime le sedi di Torino, Genova, Venezia, Bologna, Firenze, Ascoli, Napoli, Bari, Cagliari e Palermo, con relativi dipendenti, per conferirle in una newco che nel frattempo sarebbe stata creata ad hoc da un ex dirigente del Biscione degli anni ’80-’90. Sul tavolo ci sono le sorti di 64 lavoratori, solo l’1% della forza lavoro complessiva di Mediaset, e poco piu’ del 6% dell’organico di Videotime (oltre mille dipendenti, concentrati a Milano). red/lab

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi