Tv/ Sondaggio ‘Servizio Pubblico’: Ok donatori ad approdo a La7

Nuova fiducia a Santoro da 99% votanti fra sottoscrittori on line

Roma, 12 lug. (TMNews) – La nuova sfida di ‘Servizio Pubblico’ con l’approdo a La7 è stata pienamente accolta dalla Rete dei donatori, quei sottoscrittori che ormai quasi un anno fa, con il contributo di 10 o più euro, hanno permesso la nascita del progetto che ruota attorno alla trasmissione multipiattaforma di Michele Santoro. Stando almeno al risultato del sondaggio che Servizio Pubblico ha fatto tra gli oltre 20mila donatori iscritti alla Rete. Il 99,7% dei votanti ha infatti confermato “l`attestato di fiducia” nei confronti della trasmissione e del progetto: pronti ad aprire quindi il nuovo capitolo televisivo che vede Servizio Pubblico sulla rete tv di Telecom.
L’appuntamento per il nuovo ciclo di trasmissione è per il 25 ottobre su La7 e, come di consueto, in diretta streaming sul sito di Servizio Pubblico e del partner Il Fatto quotidiano!

I donatori di Servizio Pubblico, che in 100mila avevano risposto all’appello per accendere le luci dello studio della trasmissione, e che avevano totalizzato una raccolta fondi di 1 milione di euro, sono fondamentali per le decisioni che segnano la vita della trasmissione e dell’Associazione.

“‘Servizio Pubblico’ – ricorda la trasmissione di Santoro in una nota che ha reso pubblico il risultato del sondaggio- ha completamente onorato l’impegno che si era assunto nei loro confronti, concludendo una stagione televisiva di ben 27 puntate, e decidendo inoltre di destinare risorse crescenti per iniziative di formazione, il premio Generazione Reporter per giovani giornalisti, per esempio, istituito dopo una consultazione delle Rete dei donatori – dimostrando così come ‘Servizio Pubblico’ non sia solo un programma tv, ma un progetto sociale più ampio”.

Pol/Tor

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi