TELECOM: TAR BOCCIA RICORSI FASTWEB E WIND SU UNBUNDLING

(ANSA) – MILANO, 13 LUG – Il Tar del Lazio ha respinto i ricorsi di Fastweb e Wind contro le delibere con cui l’Agcom ha definito i costi dei servizi per la fornitura dell’accesso disaggregato all’ultimo miglio (unbundling o ULL), della rivendita del canone all’ingrosso (wholesale line o WLR) e dell’accesso a larga banda all’ingrosso (bitstream). Tra le altre cose gli operatori alternativi contestavano l’assenza di obblighi regolamentari d’accesso alla rete in fibra, la determinazione sulla base dei costi, l’abolizione degli obblighi di controllo dei prezzi sul mercato retail, la soppressione dell’obbligo di ribaltamento automatico delle offerte. La delibera dell’Agcom prevedeva tra l’altro l’aumento graduale delle tariffe che gli operatori devono pagare a Telecom Italia per l’utilizzo della rete: da 8,70 euro al mese nel 2010 a 9,67 euro al mese a gennaio 2012. Ora l’Autorithy dovrebbe fissare i prezzi per il prossimo triennio 2013-2015. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci