Nokia/ attacca negli Usa e dimezza prezzo Lumia 900

Dopo il lento decollo di uno dei suoi modelli di punta

Roma, 15 lug. (TMNews) – Mossa d’attacco sul mercato Usa per Nokia che, alle prese con un decollo difficile per il suo modello di punta, lo smartphone Lumia 900, ha deciso di dimezzarne il prezzo a tre mesi di distanza dal lancio. Ora l’apparato viene offerto nei negozi At&t a 49.99 dollari con un contratto di due anni contro i 99 dollari iniziali. Il taglio giunge mentre per il colosso finlandese della telefonia mobile si trova sotto pressione a causa della perdita di quote di mercato e la riduzione dei margini. E cresce l’attesa per i risultati di bilancio del secondo trimestre, attesi per giovedì.

Il mese scorso – riporta il Wall Street Journal – l’amministratore delegato di Nokia, Stephen Elop, aveva annunciato ulteriori misure di ristrutturazione, incluso il taglio di 10 mila posti di lavoro e la razionalizzazione degli investimenti in ricerca e sviluppo.

Un portavoce di Nokia ha minimizzato in una email l’importanza della decisione sottolineando che “si tratta di normali strategie adottate durante il ciclo di vita della maggior parte di prodotti” e aggiungendo che anche il modello Galaxy IIs della rivale Samsung era stato sul mercato per lo stesso tempo prima di un taglio di 50 dollari del prezzo.

I telefoni Lumia di Nokia hanno accusato un colpo alcune settimane fa quando è diventato chiaro che le attuali versioni sul mercato non potranno ricevere un aggiornamento software al nuovo sistema operativo Windows 8 che verrà  introdotto nei prossimi mesi. Ma la casa finlandese ha replicato che i telefoni Lumia riceveranno comunque significativi aggiornamenti anche senza Windows 8.

BOL

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)