Usa/ Apple fa marcia indietro e torna green, di nuovo nell’Epeat

L’ecosostenibilità  dei prodotti continuerà  a essere garantita

New York, 14 lug. (TMNews) – La Apple torna sui suoi passi e annuncia che reinserirà  i suoi prodotti nel registro Epeat (Electronic Product Environmental Assessment Tool), un sistema di certificazione “verde” progettato per identificare i dispositivi elettronici meno rischiosi per l’ambiente. La notizia, comunicata in una lettera pubblica da Bob Mansfield, vice direttore generale della divisone hardware della società  di Cupertino, arriva dopo l’annuncio dato la scorsa settimana dalla città  di San Francisco di voler chiudere le porte ai computer Mac.

All’inizio di questo mese infatti il Wall Street Journal aveva rivelato la decisione di Apple di ritirare i propri dispositivi dal registro “verde”. “Il nostro approccio per misurare l’impatto ambientale è globale e tutti i nostri prodotti soddisfano i più severi standard di efficienza energetica sostenuti dal governo degli Stati Uniti”, aveva detto un portavoce di Apple, “e sono superiori in altri importanti settori ambientali non misurati da Epeat, quali l’eliminazione di materiali tossici”. In tutta risposta, all’inizio di questa settimana, le autorità  cittadine di San Francisco avevano deciso di sospendere l’acquisto di computer con la mela da parte di tutte le agenzie governative.

Poi una lettera con cui Bob Mansfield difende gli sforzi fatti dalla propria azienda nel rendere i propri dispositivi “i più eco-compatibili del settore”, e sostiene che molti dei progressi fatti in tal senso non sono misurati dal registro ‘Epeat’. Il vice direttore generale della divisone hardware spiega però che rientrare negli schemi governativi è stata una scelta obbligata.
“Ci siamo resi conto che per molti clienti la nostra uscita da Epeat ha rappresentato una delusione”.

Il registro Epeat è stato creato in collaborazione tra le agenzie governative, gruppi di attivisti e produttori, compresa la Apple.
I suoi standard garantiscono un alto livello di ottimizzazione energetica e di possibilità  di riciclo dei prodotti elettronici.
Secondo una legge degli Stati Uniti, il 95% di tutti le attrezzature tecnologiche acquistate da organi statali deve rientrare in questa certificazione ‘verde’.

A24/Spr

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti