RAI: “UN PASSO DAL CIELO”, SHARE 19.17% PER SECONDO EPISODIO

(AGI) – Roma, 16 lug. – Ancora una giornata all’insegna dei programmi Rai: la fiction di Rai1 “Un passo dal cielo” trasmessa su Rai1 ieri, domenica 15 luglio, ha vinto il prime time avendo ottenuto nel primo episodio 3 milioni 132mila spettatori e uno share del 17.73% e nel secondo 3 milioni 103mila spettatori e il 19.17%. La serata televisiva prevedeva su Rai2 un episodio del telefilm “N.C.I.S. Los Angeles” che ha realizzato 1 milione 919mila spettatori e uno share dell’11.07% e uno di “Ringer” con 1 milione 139mila e il 6.77%. Su Rai3 il programma di Licia Colo’ “Kilimangiaro” ha fatto registrare un milione 347mila spettatori e uno share del 7.92%. (AGI)      (AGI) – Roma, 16 lug. – Nell’access prime time si conferma vincente il programma “Techetechete’ il nuovo che fu” con 3 milioni 115mila spettatori e uno share del 19.04%. Bene su Rai1 in seconda serata “Speciale TG1 l’inchiesta” con 934mila spettatori e il 10.64 di share e nel pomeriggio di Rai3 la tappa del Tour de France con 936mila spettatori e l’8.35%. Netta vittoria delle reti Rai in prima serata con 7 milioni 374mila spettatori e uno share del 43.27%; in seconda serata con 2 milioni 888mila e il 34.12% e nell’intera giornata con 3 milioni 157mila e il 38.36%. (AGI) Red/Bas

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi