- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

ORNAGHI, PAESE CHE NON LEGGE NON CRESCE E NON HA FUTURO

(ANSA) – ROMA, 18 LUG – “Un Paese in cui si legge poco, ha scarse possibilità  di vivere dignitosamente nel futuro”. Così il ministro per i Beni e le Attività  Culturali Lorenzo Ornaghi, intervenendo questa mattina a Roma alla presentazione del progetto sperimentale ‘In vitro’ che ha l’obiettivo di allargare la base dei lettori in Italia. “I dati sulla lettura nel nostro Paese sono impietosi – continua il ministro -, anche in confronto con gli altri Paesi europei. Dobbiamo considerare che la caduta dei livelli di lettura ha effetti sulla capacità  di padroneggiare il lessico. Un uso più povero della lingua porta ad un inevitabile impoverimento della comunicazione con effetti devastanti sulla società  e sulla comprensione degli eventi e dell’ambiente che ci circonda. Il deficit cognitivo è ostacolo alla crescita di un Paese”. “Allargare la base dei lettori – ha concluso Ornaghi – è una sfida importante, anche se non facile”. (ANSA).