INTERNET:DORIS INVESTE SU I’M WATCH, TELEFONINO AL POLSO

START UP PUNTA A PAREGGIO IN 2012

(ANSA) – MILANO, 18 LUG – ‘I’m Watch’, il primo smartwatch del mondo, è pronto per essere distribuito su scala mondiale: le prime consegne sono partite questa settimana. Ad annunciarlo, durante un incontro con la stampa, è il patron di Mediolanum, Ennio Doris, che ha finanziato il progetto ideato da Manuel Zanella e Massimiliano Bertolini. Doris, attraverso H-Equity, ha rilevato una quota del 50% del capitale della società , ìm Watch. Lo smartwatch, presentato all’inizio dell’anno alla fiera tecnologica di Las Vegas, è il primo dispositivo che si collega ad Iphone e smartphone tramite Bluetooth, che consente quindi di ricevere ed effettuare chiamate, guardare la propria mail o le notifiche Facebook, così come ricevere altre informazioni utili o ascoltare e scaricare la musica. Lo start up ha preso il via un anno e mezzo fa e il gruppo conta di “raggiungere il pareggio di bilancio già  a fine anno, dopo aver perso nel 2011 circa 300 mila euro”, ha spiegato Doris, che ha deciso di sostenere “l’iniziativa di due giovani perché credo nel talento italiano. Sono convinto – aggiunge – che in Veneto stia nascendo una Silicon Valley italiana”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)