Cinema: Giorgio Ferrero nuovo presidente di Anec Lazio

ROMA (ITALPRESS) – Giorgio Ferrero (con i suoi 31 schermi del circuito Ferrero) è il nuovo Presidente dell’ANEC Lazio per il biennio 2012-2014. Ferrero e’ stato eletto dall’Assemblea generale dei Soci, riunitasi ieri presso la sede sociale e subentra a Valter Casini che ha guidato l’associazione dal 2010.
Subito dopo l’elezione Giorgio Ferrero ha dichiarato: “Come nuovo Presidente vorrei provare a fornire un contributo all’Associazione Regionale in un momento di crisi e sfiducia generale, che non risparmia di certo il Cinema. Ho deciso di mettermi in gioco per dare un segnale di discontinuita’ e di rinnovamento, elementi necessari per affrontare le numerose sfide che il contesto socio economico generale e la costante innovazione tecnologica pongono ai nostri Cinema. Pur essendo da pochi anni nel settore, ritengo di poter mettere a disposizione la mia passione, la concretezza e la competenza acquisite nella decennale esperienza maturata in altri campi della filiera, e di poter portare all’interno dell’Associazione la forza, il dinamismo e le idee delle nuove generazioni”.
(ITALPRESS).
mgg/com

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo