RAI: CDR, PER LA PRIMA VOLTA TG1 SENZA INVIATI A OLIMPIADI

(ANSA) – ROMA, 23 LUG – “Ormai è ufficiale: per la prima volta il Tg1 non avrà  un suo inviato alle Olimpiadi”. E’ la protesta del comitato di redazione della testata, che in una nota “contesta la scelta fatta dai precedenti vertici aziendali: si tratta di una insopportabile penalizzazione per una testata che attende invece da tempo un piano di rilancio”. Per il cdr del Tg1, è “un errore anche dal punto di vista del rapporto costi-benefici: il risparmio è minimo (la trasferta di un redattore e un tele cineoperatore), la perdita é forte. L’inviato della redazione Società  e Sport del Tg1, infatti, ha sempre raccontato i grandi avvenimenti sportivi senza mai sovrapporsi né a Rai Sport né ai corrispondenti, portando un valore aggiunto ben calcolabile in qualità  del prodotto, quantità  di pezzi e indici d’ascolto. Oltre alla gara vera e propria, il racconto di quel che c’é intorno, l’atmosfera, le storie, le interviste ai protagonisti spesso fanno la differenza. Rinunciarvi – di questi tempi – sembra davvero sbagliato, la conferma di un gioco al ribasso sul Tg1 che la redazione rifiuta”. “Confidiamo che i nuovi vertici – conclude la nota del cdr – vogliano al più presto occuparsi del piano di rilancio della prima testata del servizio pubblico”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi