Nuovi incarichi all’Eni

L’Eni riorganizza la sua struttura di comunicazione e marketing, affidando nuovi incarichi e ruoli ai manager di punta. Il direttore comunicazione Stefano Lucchini diventa anche presidente di Eni Usa; lascia invece la responsabilità  delle relazioni istituzionali a Leonardo Bellodi, già  responsabile affari regolamentari, a cui ora viene affidata la nuova direzione Rapporti istituzionali e affari regolamentari, un ruolo molto importante in un gruppo come Eni.
Lamberto Dolci, che finora seguiva la brand identity, cioè di fatto era responsabile pubblicità  del gruppo, lascia la direzione comunicazione e diventa direttore marketing nell’ambito della direzione Refining & marketing, che si occupa della raffinazione e della distribuzione dei caburanti e quindi del rapporto con i clienti alla pompa di benzina. A essi si rivolge l’ultima campagna pubblicitaria dell’Eni, quella del famoso ‘scontone’ durante i weekend, testimonial l’attore, regista e musicista Rocco Papaleo. Campagna che sta avendo un successo strepitoso, come testimoniano le code alle pompe di benzina in questi giorni. Tanto da fare infuriare le compagnie petrolifere concorrenti, che tramite l’Assopetroli, l’associazione di categoria, hanno accusato l’Eni di ‘concorrenza anomala’, parlando addirittura di 5mila posti di lavoro a rischio a causa del mancato lavoro per effetto degli sconti praticati dalle pompe Eni. Ma il primo gruppo energetico nazionale va avanti per la sua strada, anche perché nei prossimi anni punta ad ampliare molto la sua rete di vendita in Italia e in Europa.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 430 – luglio/agosto 2012

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

ERRATA CORRIGE – Gazzetta del Sud e Giornale di Sicilia

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale

La nuova edizione del ‘Grande Libro dell’Informazione’ disponibile con ‘Prima’ in edicola e in digitale