Cinema/ Rivoluzione in sala, dal 4 ottobre i film escono giovedì

Accordo Anica-Anec-Anem in tutta Italia: così weekend più lungo

Roma, 25 lug. (TMNews) – Rivoluzione al cinema. Dal 4 ottobre tutte le prime prime cinematografiche nelle sale avverranno il giovedì, anticipando il tradizionale giorno del venerdì. Distributori ed esercenti cinematografici lo hanno deciso di comune accordo e per tutto il territorio nazionale. “In questo modo avremo un weekend più lungo – ha dichiarato Richard Borg, presidente dei distributori dell’Anica – daremo più forza a una giornata come quella del giovedì che, schiacciata tra le riduzioni del mercoledì e le uscite del venerdì, stava perdendo pubblico”. “Unificare il giorno di uscita dei film – ha aggiunto Lionello Cerri, presidente dell’Anec, associazione nazionale esercenti cinema – ci permette di valorizzare le prime e di rafforzare le attività  promozionali su tutto il territorio per il rilancio del settore”. E Carlo Bernaschi, presidente dell’associazione nazionale esercenti multiplex (Anem) ha aggiunto: “Ne trarrà  vantaggio il passaparola che darà , in questo modo, maggiore impulso ai film nel week-end.” L’iniziativa sarà  promossa attraverso una campagna di comunicazione nelle sale che partirà  dal prossimo mese di settembre.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo