Mostra Venezia/ Novità : rinnovo strutture, mercato e film su web

I film della sezione Orizzonti visibili in contemporanea on line

Roma, 26 lug. (TMNews) – Le novità  più importanti della 69esima Mostra del cinema di Venezia sono quelle che riguardano il mercato del film e il rinnovo e l`ampliamento delle strutture che ospitano il Festival. “Il mercato diventerà  uno dei punti fondamentali della nuova mostra: abbiamo già  avuto risposte incoraggianti da parte dei compratori, che dopo anni torneranno a Venezia” ha detto il direttore Alberto Barbera. Il presidente della Biennale Paolo Baratta ha spiegato che dopo il rinnovamento della Sala Grande quest`anno ci sarà  un intervento per il rinnovo di altre due sale e il ripristino del foyer della Sala Grande. “Abbiamo un programma quadriennale di rinnovo che porterà  ad un vero distretto del cinema” ha affermato Baratta, che ha assicurato che verrà  coperto il grande scavo davanti al Casinò, e che bisogna ridefinire il progetto del Palazzo del cinema, ma che “le risorse per gli interventi sul del Palazzo ci sono”. Nel nuovo corso della Mostra del Cinema grande spazio sarà  dato anche ai giovani e al web. Partirà  quest`anno il “Progetto College”: in 12 mesi verranno selezionati alcuni progetti di film, fino alla realizzazione di 2 o 3 di questi, che verranno presentati l`anno successivo. Altra novità  assoluta la possibilità  di vedere la maggior parte dei film della sezione Orizzonti in contemporanea su web: 500 persone potranno prenotarsi e pagare 4 euro per vedere le anteprime. “Questo permetterà  un lavoro di promozione in più: piccoli film potranno avere un`eco mondiale”. Riguardo all`annosa rivalità  con il Festival di Roma, infine, Baratta ha commentato: “La concorrenza è con tutti i festival e si deve affrontare con interventi di qualità “. Lo spostamento delle date di Roma per il presidente della Biennale “è un gesto di accomodamento e riduce il senso di frustrazione che Venezia poteva avere. Auguriamo a Roma – ha concluso – di trovare una sua collocazione temporale e specifica”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Venticinque milioni in più per il tax credit per il cinema. Il ministro Franceschini: uno strumento di sostegno che sta conoscendo un successo straordinario

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalle serie tv, agli spettacoli comici passando per le produzioni made in Italy. Conto alla rovescia per l’arrivo di Netflix nel nostro paese

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo

Dalla revisione di tax credit e quote di partecipazione, al nuovo modello per la negoziazione dei diritti. Governo al lavoro per il rilancio del settore audiovisivo