Tv/ Flavio Insinna torna in Rai con un programma radio

“Scelgo ciò che mi piace a prescindere dall’emittente televisiva”

Milano, 27 lug. (TMNews) – “Faccio una cosa per volta. Non ho mai sottoscritto contratti in esclusiva con nessuno. Scelgo di volta in volta di fare ciò in cui credo e che mi piace a prescindere dall’emittente televisiva che lo manderà  in onda”. Flavio Insinna, ospite d’eccezione della V edizione del Fiuggi Family Festival, in programma fino al 29 luglio, ha confermato che tornerà  in Rai dal prossimo autunno con un programma di intrattenimento su RadioDue. Il conduttore, che ha raggiunto la notorietà  con la seguita trasmissione di Raiuno “Affari tuoi”, ha da poco concluso il suo rapporto con Mediaset riportando risultati al di sotto delle aspettative. Insinna trae quindi un bilancio dell’esperienza appena conclusa come presentatore de “Il braccio e la mente” e confessa – con una punta di amarezza – le insidie del lavorare in tv: “Siamo in un paese in cui se il giorno prima fai il 30% di share e il giorno dopo no, ti giri e non trovi più nessuno”. Poi lo show man continua le sue considerazione e ricorda gli insegnamenti del padre, scomparso nel maggio 2011: “Non dare mai la colpa agli altri. In nessuna occasione, da un’interrogazione scolastica andata male al fallimento di un progetto televisivo”.
Per quanto riguarda i piani per il futuro Insinna rivela: “Si parla con Raiuno di nuovi progetti, ma senza, almeno da parte mia, la fretta di esserci. Adesso tornare di corsa a Raiuno e fare una cosa in cui non credo non mi interessa. C’è voglia reciproca di tornare a lavorare insieme – ha continuato il conduttore – ma si concluderà  qualcosa quando ci troveremo con serenità  tutti d’accordo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi