Nuovo anodo di batteria al litio in materiale ultrasottile

Dieci volte più veloce del componente tradizionale

Roma, 3 set. (TMNews) – I ricercatori dello statunitense Istituto Politecnico Rensselaer sono riusciti a fabbricare un componente di batteria al litio utilizzando il materiale più sottile al mondo, la grafene.

Come spiega il sito di “Science Daily”, l’anodo risultante è in grado di essere caricato e scaricato dieci volte più velocemente rispetto all’analogo componenete usato nelle batterie al litio normali, costituito da grafite.

In tal modo si viene a correggere uno dei principali difetti delle pile ricaricabili utilizzate per una ampia gamma di prodotti che vanno dai cellulari alle automobili, ovvero la bassa velocità  di carica e scarica della corrente.

Mgi

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi