La7: Al Jazeera si ritira, Clessidra cerca partner (Sole)

ROMA (MF-DJ)–Sono stati inviati ai potenziali acquirenti di La7 gli information memorandum con i dati sensibili su Telecom Italia Media. Secondo indiscrezioni, riportate dal Sole 24 Ore e dal Messaggero, Al Jazeera si sarebbe ormai di fatto tirata indietro nella corsa a La7.
L’impressione, prosegue il quotidiano della Confindustria, e’ che al momento della presentazione delle offerte non vincolanti, fissato al 24 settembre, si arrivera’ a un numero di offerte ridotto rispetto alle 15 manifestazioni di interesse pervenute a giugno. Dovrebbero esserci l’americana Liberty Media, la tedesca Rtl, l’editore italiano Urbano Cairo, ma anche fondi di private equity come Clessidra, che avrebbe discusso nelle ultime settimane con diversi interlocutori industriali e con alcuni uomini d’affari del settore (fra cui Tarak Ben Ammar) per poter siglare un’alleanza.
Il Messaggero pone l’attenzione sul documento inviato da T.I.Media con i dati e le previsioni 2012-2015. Dall’info memo emerge che i ricavi di T.I.Media aumenteranno progressivamente (da 142 mln nel 2012 fino a 240 mln nel 2015), l’ebitda cambiera’ segno (da -52 mln nel 2012 fino a +26 mln nel 2015), ma l’ebit pur segnando progressi rimarra’ negativo (da -81 mln nel 2012 a -9 mln nel 2015). Gli investimenti per l’acquisto di diritti tv saliranno da 27 mln nel 2012 a 32 mln nel 2015. Si prevede inoltre un incremento del 19% della capacita’ di attrarre pubblicita’ nel 2013.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi