INTERVISTE PAGATE: 7GOLD,MAI CHIESTO GIORNALISTI PROCACCIARE

(ANSA) – BOLOGNA, 11 SET – I giornalisti che lavorano ai notiziari di 7 Gold Emilia Romagna sono assunti con contratto di lavoro Frt, qualifica “telereporter”. L’editore non ha mai chiesto loro di fare i procacciatori d’affari per conto della concessionaria di pubblicità , né di realizzare interviste dietro corrispettivo da parte degli intervistati. Lo scrive l’editore di Sestarete & Rete 8 srl-7 Gold Emilia-Romagna, riferendosi alla vicenda delle interviste pagate di alcuni consiglieri regionali su tv e radio locali emiliano-romagnole. “Il sig. Dario Pattacini (uno dei conduttori coinvolti nella vicenda, ndr), che nella scorsa stagione ha condotto la trasmissione ‘7 in Punto’ – si legge in una nota – ha sempre operato in totale autonomia e non ha mai fatto parte della redazione giornalistica di 7 Gold né ha mai contribuito in alcun modo alla realizzazione dei notiziari”. “Anche i vari esponenti politici intervistati su questo argomento dagli organi di stampa non hanno mai fatto riferimento a proposte di passaggi a pagamento all’interno dei nostri notiziari – aggiunge l’editore – Per questo motivo Sestarete & Rete8 srl, al fine di tutelare il prestigio della testata giornalistica si riserva di adire le vie legali contro chiunque tenti di equiparare il lavoro e la funzione della sua redazione ad attività  di natura commerciale del tutto estranee alla professione giornalistica”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi