Russia/YouTube a rischio oscuramento a causa film anti-islam -rpt

Il primo novembre entrano in vigore ‘liste nere’ dei siti web

Mosca, 18 set. (TMNews) – Dal primo novembre YouTube potrebbe essere oscurato in Russia, a causa del film anti-islam che sta alimentando polemiche e proteste contro gli Usa in vari Paesi. La notizia arriva direttamente dal ministro dell’Informazione, Nikolai Nikiforov, che ha fatto notare via Twitter che dal primo novembre nella Federazione russa entrano in vigore le norme sulle “liste nere” dei siti web considerati “dannosi per la salute e lo sviluppo dei bambini”. Se il contenuto del video anti-islam sarà  dichiarato di contenuto “estremistico” in Russia, come richiesto ieri dalla Procura generale, allora o YouTube ritira il controverso film made in Usa, oppure per gli internauti russi sarà  bloccato l’accesso al sito.

Qua si scherza, ma a causa di questo video il 3-5 novembre in Russia può essere del tutto bloccato YouTube”, ha avvertito Nikiforov.

La norma che sta per entrare in vigore fa discutere in Russia.
In pratica, verrà  introdotto un singolo registro di domini e indirizzi internet, che permetterà  di identificare i siti che contengono informazioni vietate dalla legge. Se il proprietario del sito non rimuove una pagina-web con contenuti ‘illeciti’, il suo indirizzo viene inserito nella lista nera e i provider debbono bloccarlo: ufficialmente è per difendere i minorenni da contenuti dannosi, ma fornisce i mezzi per controllare un’infinità  di siti sul web.

Orm

181017 set 12

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti