- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

GB: FOTO KATE; REALI ALZANO TIRO,SCATTA DENUNCIA PENALE

OGGI UDIENZA CIVILE CONTRO CLOSER, DECISIONE RINVIATA A DOMANI

(di Luana De Micco) (ANSA) – PARIGI, 17 SET – Dopo l’azione civile intentata contro il settimanale Closer, e sulla quale la giustizia francese si pronuncerà  domani, Kate Middleton e il principe William hanno alzato il tiro depositando in Francia anche una seconda denuncia, questa volta penale, per violazione della privacy. A scatenare l’ira dei Windsor, come si sa, è stata la decisione di Closer (di Mondadori France) di pubblicare alcune foto Kate in topless mentre trascorreva una vacanza con il marito William nel castello in Provenza del visconte Linley, loro cugino. La famiglia reale inglese è pronta dunque a combattere per difendere la propria privacy e far sparire al più presto le foto della discordia da giornali e da internet. Il primo tempo di questa battaglia si è giocato oggi nel tribunale di Nanterre, a pochi chilometri ad ovest di Parigi. Nell’udienza civile, il legale francese della coppia reale, Aurelien Hamelle (lo stesso che ha difeso lo stilista britannico John Galliano durante il suo processo a Parigi per ingiurie razziste), non ha chiesto danni o risarcimenti, ma solo il divieto di ripubblicare gli scatti in ristampe del numero e soprattutto quello di venderli o cederli ad altri, anche sul web. Le foto a seno nudo di Kate, con William che le spalma la crema solare sulla schiena, hanno violato un “momento profondamente intimo” della loro vita di coppia, che non può avere spazio sulla copertina di un magazine”, ha detto l’avvocato. Non è stato chiesto invece il ritiro dalle edicole del numero incriminato di Closer, perché – ha spiegato il legale – “il male ormai è fatto”. La decisione del giudice sarà  resa nota domani. Con la denuncia penale, presentata sempre al tribunale di Nanterre, la battaglia dei reali inglesi sale di livello. Il processo sarà  più lungo e verranno richiesti i danni e gli interessi. La denuncia prende di mira il o i fotografi che hanno immortalato la coppia reale in vacanza usando il teleobiettivo, ma anche i media che hanno pubblicato le foto. Nonostante tutti i tentativi della casa reale di impedire la circolazione degli scatti rubati, questi ultimi, e molti altri, sono stati pubblicati in Italia da Chi, con uno speciale di 26 pagine dal titolo La regina è nuda. Sin da sabato il giornale irlandese Irish Daily Star aveva riprodotto alcune pagine di Closer che, naturalmente, girano incontrollate sul web. I giornali inglesi non hanno osato fare altrettanto e hanno scelto di non pubblicare nulla dopo i brutti ricordi dell’epoca di Lady Di. Un atteggiamento che è stato lodato in patria dall’ex primo ministro John Major (nominato tutore di William e Harry al momento della morte della madre, nel 1997) e che ha definito le foto in questione di Kate “l’opera di un guardone”. Da parte sua invece il magazine francese ha difeso strenuamente la sua scelta. Per la direttrice della redazione di Closer, Laurence Pieau, quelle foto “non hanno nulla di scioccante, mostrano solo una giovane donna a seno nudo che prende il sole, come se ne vedono tante”. (ANSA).