La7: Proto; diffidati dal presentare offerta, noi la faremo comunque

MILANO (MF-DJ)–“Solo in Italia puo’ capitare che una societa’ venga formalmente diffidata dal fare una offerta d’acquisto”.
Con queste parole, affidate a una nota, Alessandro Proto, ceo di Proto Organization commenta la missiva ricevuta dai legali di Telecom Italia nell’ambito della vendita di La7.  “In data 26 luglio”, spiega Proto, “abbiamo ricevuto una lettera dallo studio legale che cura gli interessi di Telecom Italia al nostro avvocato nella quale si legge che Telecom Italia non ritiene dar seguito alla nostra manifestazione d’interesse per La7, in quanto non coerente rispetto al processo e agli obiettivi che Telecom ha definito. E’ singolare venire a conoscenza che Telecom non ritiene coerente un qualcosa che nemmeno gli e’ stato proposto. Ancora piu’ singolare notare come nella missiva si minaccino azioni legali nei nostri confronti nel caso in cui rendessimo pubblica la cosa. Siccome riteniamo, questo, essere un comportamento scorretto e assolutamente fuori da ogni logica di mercato, riteniamo giusto denunciare questa cosa e ribadire ancora una volta, come detto in precedenza, che per l’acquisto de La7 possono partecipare solo gli amici degli amici, nel classico spirito all’italiana”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci