La scommessa di John e Mario

Condividi

La nuova redazione è bianca, morbida, luminosa e silenziosa. E non somiglia per niente alla redazione di un giornale. L’impatto con la nuova sede della Stampa è duplice: prima pensi che tutto invecchia. Poi ti rendi conto che questa è, forse, la chiave che dimostra che si può ancora fare del buon giornalismo. Tenendo insieme ieri, oggi e domani. Senza troppo rammarico per quel presepe di carta che sta in piedi sempre più precariamente.
La nuova sede della Stampa è la trasposizione fisica della scommessa generazionale, e industriale, giocata dall’editore John Elkann e dal direttore Mario Calabresi tre anni e mezzo fa, al momento dell’arrivo di Calabresi al timone del quotidiano della famiglia Agnelli.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 431 – settembre 2012