GIORNALISTI: ACCORDO FIEG-FNSI FONDO AMMORTIZZATORI SOCIALI

(ANSA) – ROMA, 21 SET – Fieg e Fnsi firmato ieri un accordo per integrare i fondi a disposizione per gli ammortizzatori sociali di categoria: ciò consentirà  di coprire in buona parte le maggiori spese per contratti di solidarietà , cassa integrazione e assegni di disoccupazione. E’ quanto si apprende in ambienti Fieg-Fnsi. La grande crisi infatti che colpisce il mondo dell’editoria ha visto aumentare il ricorso a questi strumenti a protezione dei giornalisti colpiti da chiusure, ridimensionamenti di organico, progetti di riduzione di orario e stipendio (contratti di solidarietà ) finalizzati alla ripresa di un’attività  ordinaria nel medio periodo delle aziende editoriali. Per la solidarietà  ci sono stati infatti aumenti dell’800%: si tratta di forme di intervento integrativo del reddito a forme di riduzione di orario e stipendio concordati per evitare l’interruzione dell’attività  e tentare di programmare iniziative di rilancio. E’ lo strumento privilegiato per gestire le crisi in questa fase ma Fieg e Fnsi hanno anche concordato di esaminare i casi con il massimo rigore prima di sottoporli alla verifica finale del ministero del lavoro, titolare del potere di decreto sulla materia. Le parti sociali infatti ritengono che vadano evitati abusi e scoraggiati tentativi impropri di scaricare responsabilità  imprenditoriali sulle casse sociali della professione che determinerebbero per altro alterazioni della concorrenza. L’intervento finanziario di sostegno, che integra l’aliquota ordinaria di contribuzione per gli ammortizzatori, può avvenire grazie all’intesa dell’ultimo contratto di lavoro che aveva previsto l’istituzione di un fondo con “finalità  sociali, per far fronte, nella valutazione autonoma di Fieg e Fnsi, delle situazioni più delicate, meritevoli di tutela”, non altrimenti sostenibili. “Si tratta di una misura – commenta il segretario Fnsi Franco Siddi – che vede giornalisti ed editori protagonisti di un’azione concreta per la separazione delle spese previdenziali da quelle assistenziali. Ne potrà  trarre un giovamento la stabilità  dell’autonomia pensionistica dell’Inpgi”.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo