Giornalisti/ Monti: Arrivare a norme chiare, in linea con Ue

Condividi

Ministro Severino lo annuncerà  alla Camera

Roma, 26 set. (TMNews) – Il caso Sallusti ha riaperto “un problema fondamentale, che ho seguito direttamente. Il problema è quello di trovare un equilibrio tra due beni per la società  che sono da un lato la libertà  di espressione, in particolare di stampa, e la tutela della dignità  delle persone”. Il presidente del Consiglio Mario Monti, ai microfoni del tg1 da New York, ha prospettato come soluzione “quella di arrivare ad una formulazione ben chiara anche per quanto riguarda le pene, che sia in linea con la giurisprudenza” del maggiori paesi europei e della Corte di Strasburgo.  “Ci sono diverse soluzioni in diversi paesi” ed “è naturale per noi italiani fare riferimento all’esperienza degli altri paesi europei”. Oggi il ministro della Giustizia Paola Severino, ha proseguito Monti, “avrà  occasione alla Camera di illustrare la posizione del governo, che è quella, utilizzando magari uno dei ddl di iniziativa parlamentare già  presentati, di arrivare a formulazioni ben chiare anche per quanto riguarda le pene che siano in linea con la giurisprudenza della corte di Strasburgo”, ha aggiunto Monti.  Alessandro Sallusti, all’epoca direttore del quotidiano Libero, venne denunciato e in seguito condannato a un anno e due mesi di carcere per aver pubblicato sul giornale che dirigeva un articolo che commentava in modo critico l’operato di un guidice. Oggi la Cassazione esaminerà  il caso.