RAI: GUBITOSI, SU “CASO DI COSCIENZA” PRIMA DEVE PARLARE L’AGCOM

(AGI) – Roma, 26 set. – Prima il parere dell’Agcom e poi la Rai decidera’ come procedere in merito alla fiction “Un caso di coscienza 5”, produzione che per i suoi contenuti sembra avvicinarsi in qualche modo – anche se non in maniera netta – alla vicenda di Stefano Cucchi. Lo ha precisato il direttore generale Rai Luigi Gubitosi durante l’audizione di oggi in commissione di Vigilanza. E a proposito di fiction che riguardano argomenti troppo vicini alla cronaca e all’attualita’ e ancora in piedi, anche sul fronte giudiziario, il dg di viale Mazzini ha assicurato che in tal caso “non li trasmetteremo”, o comunque “riporteremo le diverse posizioni”, oltre che cambiare i nomi dei protagonisti.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi