Sallusti/ Di Pietro: Parlamento deve abolire carcere in poche ore

Ci aspettiamo ok in commissione subito a nostro ddl

Roma, 27 set. (TMNews) – “I giudici hanno soltanto applicato la legge. È il legislatore che deve eliminare la parte sanzionatoria che prevede anche la carcerazione”. E questo può essere fatto “anche in poche ore”. Motivo per cui “abbiamo presentato una proposta di legge per rimettere le cose a posto e ora ci aspettiamo che venga calendarizzata prestissimo, anche soltanto discussa e approvata in Commissione”. Antonio Di Pietro ha confermato l’ok di Idv a un provvedimento legislativo sprint che abiolisca il carcere per la diffamazione a mezzo stampa, cancellando la condanna inflitta ad Alessandro Sallusti.  “E’ la solita storia. Il legislatore italiano cincischia finché non esplode il bubbone. La politica non solo è in ritardo ma è proprio incapace di svolgere il proprio lavoro. È una politica che tampona quando ormai la frittata è fatta, ha denunciato Di Pietro in una inrtervista al Tempo. In ogni caso, “ho avuto e ho tuttora decine di cause penali e civili con Sallusti, ma voglio confrontarmi con lui. A volte vincerò io, a volte lui. Ovviamente è giusto che chi sbaglia ammetta l’errore o risarcisca il danno ma in nessun caso si può finire in galera”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo