APPLE: SI SCUSA PER MAPPE I-PHONE 5, “USATE ANCHE QUELLE RIVALI”

(AGI/AFP/REUTERS) – New York, 28 set. – La Apple si e’ scusata per le imprecisioni nelle mappe utilizzate dal sistema operativo del nuovo iPhone5 e ha suggerito ai clienti di provare anche sistemi di navigazione satellitare concorrenti. “Alla Apple ci sforziamo di fornire prodotti di livello mondiale che diano la migliore soddisfazione ai nostri clienti”, si legge in una lettera dell’amministratore delegato della societa’ di Cupertino, Tim Cook, “con il lancio di App Maps la scorsa settimana non ci siamo riusciti”. Cook si e’ scusato per la “frustrazione” arrecata ai clienti e ha assicurato che “si sta facendo il possibile per migliorare Maps”. Poi, pero’, ha di fatto invitato a usare sistemi di navigazione satellitare alternativi: “Piu’ i nostri clienti utilizzeranno Maps e piu’ migliorera’ e mentre migliorate Maps potete provare alternative come scaricare mappe dall’App Store come Bing, MapQuest e Waze, o usare le mappe di Google e Nokia andando sui loro siti e creandovi un’icona sul desktop che riporti all’App online di riferimento”.
Le mappe sono uno dei servizi piu’ redditizi nella telefonia mobile e per questo la Apple ha deciso di lasciare l’app Google Maps e di stringere un accordo con Tom Tom per il nuovo navigatore satellitare dell’iPhone. Il nuovo sistema operativo iO6 ha pero’ dato molti problemi di navigazione, con localita’ spostate o addirittura omesse dalle mappe. (AGI) Sar

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)