TV: SANTORO, SI PARTE CON FINI, RENZI E DELLA VALLE

(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Gianfranco Fini, Matteo Renzi e Diego Della Valle sono gli ospiti della prima puntata di ‘Servizio Pubblico’ in onda da giovedì su La7. Il titolo provvisorio è ‘Ladri di Stato’. Lo ha annunciato Michele Santoro, spiegando che la squadra è stata confermata, che “la scenografia è più raccolta” e che “il titolo della stagione è la ricerca del leader che non c’é”. Ogni settimana verrà  lanciato un sondaggio in rete tra otto leader politici e chi risulterà  primo se la vedrà  nell’ultima puntata con Mario Monti. Santoro, che ha concluso un accordo con La7 da produttore indipendente, si alternerà  con Corrado Formigli: andrà  avanti fino a Natale, poi ripartirà  Piazzapulita fino a marzo, quando riprenderà  Servizio pubblico. In tutto saranno 54 serate. “Perché si parla sempre di derby Santoro-Formigli? – ha detto il conduttore – Se l’operazione di portare Santoro a La7 porta mezzo punto di share in più, questo vale 20-25 milioni di euro, se porta un punta vale 50 milioni di euro. Non è una cosa intelligente avere due squadre pronte a lavorare per il futuro? Uno di noi deve morire, ma perche?”. “Siamo alla vigilia del futuro, ma il paradosso è che siamo anche zavorrati al passato – ha proseguito il conduttore -. Però il cambiamento prima o poi esploderà  ed è importante la scommessa giocata sul futuro”. “Se non ci fossero Renzi e Grillo, l’Italia sarebbe ancora preda della stagnazione – ha aggiunto -. I due hanno aperto una discussione enorme da cui si può uscire con soluzioni. Renzi e Grillo hanno agitato le acque, hanno generato uno shock nel sistema”. “Faccio fatica ad accettare il termine rottamazione – ha detto inoltre Santoro -, non credo che una nuova classe dirigente sia semplicemente sostituire i giovani ai vecchi. In realtà  una volta c’erano i collegi elettorali e ognuno di noi poteva scegliere autonomamente a chi dare il proprio consenso. Invece l’elettorato in questo Paese è stato sempre umiliato e calpestato. Si sono costituiti i partiti personali ed è lì che si è consolidata la casta dei professionisti della politica che ha generato rigetto nella popolazione”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi