DDL SALLUSTI: PREOCCUPAZIONE DA F.INTERNAZIONALE GIORNALISTI

SE PASSA DDL MENO GIORNALISMO INVESTIGATIVO E PIU’ AUTOCENSURA

(ANSA) – ROMA, 28 OTT – Il Comitato Esecutivo della Federazione internazionale dei giornalisti, riunito a Norimberga ieri e oggi, “esprime viva preoccupazione e contrasto per il progetto di legge sulla diffamazione a mezzo stampa presentato e all’esame del Parlamento italiano”. Se adottato, questo testo – si sottolinea in una nota diffusa da Franco Siddi, segretario della Fnsi e membro del comitato della Ifj, avrebbe l’effetto di “scoraggiare il giornalismo investigativo, favorirebbe l’autocensura per paura di non poter reggere i contrasti giudiziari avviati in considerazione delle multe smisurate previste. Numerose querele infondate e temerarie avrebbero come conseguenza quella di dissuadere giornali e giornalisti dal fare inchieste complesse, che sono il portato essenziale dell’informazione per i cittadini”. La Federazione internazionale dei giornalisti porta perciò il suo “sostegno ai giornalisti italiani e al loro sindacato, la Fnsi, nell’opposizione a questo progetto di legge e in favore di una legislazione conforme ai principi delle carte internazionali dei diritti umani e della libertà  d’informazione, secondo i canoni del giornalismo etico e libero da condizionamenti e intimidazioni.”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo