SUPERBIKE: ACCORDO CON INFRONT, DIRITTI TV A EUROSPORT FINO AL 2015

PALERMO (ITALPRESS) – Il Gruppo Eurosport e Infront Sports&Media hanno esteso per le stagioni 2013, 2014 e 2015 la loro partnership di lunga durata per il campionato mondiale eni FIM Superbike, con nuovi diritti di esclusiva in quattro mercati. Eurosport ha rinnovato i diritti televisivi e digitali per il Mondiale Superbike, comprendenti le classi Supersport e Superstock 1000. A differenza del precedente accordo, Eurosport sara’ ora live broadcaster esclusivo per tv, online e mobile in Regno Unito, Irlanda, Germania e Francia. Questo accordo paneuropeo include tutti i 59 Paesi coperti da Eurosport: tutte le tappe dei tre campionati saranno proposte in diretta o in differita in alta definizione sui canali Eurosport o Eurosport 2. Sul fronte dei diritti digitali, Eurosport Player, il servizio di streaming online, proporra’ tutte le gare, compresa la Superpole, sul web e sul mobile. “Eurosport e’ un partner di lungo corso per il Mondiale Superbike, fin dal 1998 – commenta Julien Bergeaud, Director of Broadcasting and Programmes del Gruppo Eurosport – Siamo entusiasti di poter estendere questa partnership ancora per tre anni. Grazie ad un’ampia copertura in televisione, sul web e sul mobile dei tre campionati FIM, e all’esclusiva in mercati chiave come Regno Unito, Germania e Francia, Eurosport sara’ in grado di garantire a tutti gli appassionati della superbike in Europa una programmazione impareggiabile, consolidando la sua offerta nell’ambito dei motori”.
(ITALPRESS).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi