FERRARI: EDDIE CUE (APPLE) ENTRA NEL CDA

(ANSA) – MARANELLO (MODENA), 7 NOV – Eddie Cue della Apple è entrato nel Board della Ferrari. Lo annuncia una nota in cui il presidente Luca di Montezemolo si dice “molto lieto che uno degli artefici dei prodotti rivoluzionari della Apple entri a far parte del Consiglio. La sua profonda esperienza nel dinamico e innovativo mondo di internet ci sarà  di grande aiuto”. Eddy Cue è Senior Vice President Internet Software e Service di Apple e ha la responsabilità  del negozio online di contenuti che comprendono iTunes Store, App Store, Ibookstore così come di Siri, Mappe, iAid e del servizio di Apple iCloud. E’ entrato nell’azienda californiana 23 anni fa e ha avuto un ruolo chiave nella creazione del negozio online Apple nel 1993, di iTunes Music Store nel 2003 e di App Store nel 2008. E’ laureato in Computer Science and Economics alla Duke University. “Sono molto felice e orgoglioso di far parte del board – commenta Cue – E’ da quando ho 8 anni che sogno di avere una Ferrari e da cinque anni ho la fortuna di essere diventato un cliente. Il design e le qualità  ingegneristiche uniche al mondo che solo la Ferrari sa raggiungere continuano a stupirmi”. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)