WIKILEAKS: ASSANGE PENSA A CANDIDATURA A SENATO IN AUSTRALIA

SECONDO SONDAGGIO, AVREBBE BUONE CHANCE DI ESSERE ELETTO

(ANSA) – NEW YORK, 12 DIC – Un futuro in Parlamento per il fondatore di Wikileaks Julian Assange? Stando ai media australiani, rilanciati dal sito anti-segreti, il responsabile della maggiore fuga di documenti riservati della storia ha deciso di fondare un “partito Wikileaks” con il quale candidarsi per il Senato ‘down under’ nel 2013. I piani per la registrazione del partito di Wikileaks “sono significativamente avanzati”, ha indicato lo stesso Assange a The Age secondo cui “un numero consistente di figure ammirate dal pubblico australiano” sono pronte a entrare con lui nelle liste. La stessa Primula Rossa del Cablegate è riuscito a registrarsi come elettore all’estero mentre è ancora rifugiato nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra: in Australia è suo padre che si occuperebbe della formazione del partito e della presentazione dei documenti richiesti. Secondo sondaggi condotti in Australia, Assange avrebbe buone possibilità  di vincere nel New South Wales o in Victoria. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi