INTERNET:A DUBAI TRATTATO ONU SU NUOVE REGOLE,NO DA USA E GB

ANCHE ITALIA E QUASI TUTTA UE NON HANNO ANCORA FIRMATO

(ANSA) – ROMA, 14 DIC – Dopo due settimane di intensi negoziati a Dubai è stato raggiunto un accordo sul trattato che rinnova il regolamento internazionale Onu su Internet e le telecomunicazioni, anche se con l’opposizione di Usa e Gran Bretagna. Il nuovo trattato approvato dalla Conferenza mondiale organizzata dall’International Telecommunication Union (Itu), pone le basi per un mondo “iper-connesso”. Alla firma finale (di 89 su 193 Paesi) è mancata quasi tutta l’Unione europea, Italia compresa, che però potrebbe sottoscriverlo in seguito. “Dopo due settimane di intensi negoziati – si legge nel comunicato finale del summit – delegati da tutto il mondo hanno trovato un accordo su un nuovo trattato globale che contribuirà  a spianare la strada a un mondo iper-connesso”. Hamadoun Touré, segretario generale Itu, ha definito la firma del nuovo trattato “un’opportunità  storica per portare connettività  ai due terzi della popolazione mondiale che ancora è offline”. Oggetto dei lavori le International Telecommunication Regulations (ITRs) che risalgono al 1988 e che per la prima volta sono state oggetto di rinegoziazione. Il nuovo testo comprende misure per dare ai Paesi il diritto di accesso ai servizi di telecomunicazione internazionali e anche la possibilità  di bloccare lo spam. Misura – quest’ultima – che, secondo il parere delle delegazioni che non hanno siglato il documento, può essere un modo per agevolare i governi che vogliono censurare o controllare la rete. I Paesi che non firmeranno il trattato continueranno ad essere vincolati alle regole del 1988. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci