Internet/ Allarme su Rete, Instagram può vendere le vostre foto

Parigi, 18 dic. (TMNews) – Dal 16 gennaio prossimo Facebook, che ha acquistato l’applicazione Instagram, potrà  utilizzare e vendere le fotografie scattate dagli internauti e postate sul social network. Lo prevede la nuova policy di Instagram, che grazie a un assegno di 747 milioni di dollari è entrata a far parte del gruppo fondato da Mark Zuckerberg.
Un passaggio delle nuove condizioni di utilizzazione di Instagram prevede che gli utenti accettino “che un’azienda o ogni altra impresa possa acquistare il diritto di utilizzazione del vostro nome, profilo, delle vostro foto… senza che questo dia diritto a un compenso”. Un altro punto che ha sollevato polemiche, secondo i siti internet specializzati e gli utenti, è che Instagram si concede una licenza “non esclusiva, libera da canone, trasferibile e mondiale” sulle fotografie postate dagli internauti su Facebook.
La decisione di Instagram, che in poche ore ha fatto il giro del pianeta, ha provocato proteste sulla Rete. “Allarme! A tutti coloro che sono su Instagram, rileggete le nuove condizioni di utilizzazione. Le vostre foto corrono rischi”, scrive su Twitter @ElvisLewela da Nairobi, in Kenya.
“Amo Instagram, ma queste nuove condizioni di utilizzazione sono ridicole”, afferma @Danbo12, dal Regno Unito. Altri hanno annunciato di voler chiudere il loro account, come @Katelyn13Hill, che vive in Canada: “Bye, bye Instagram, non voglio essere utilizzato come spot senza il mio permesso”.
Per Facebook, che, recentemente in Francia, ha dovuto far fronte a una protesta collettiva legata a un “bug” immaginario sulla fuga di messaggi privati, si tratta solo di “pure speculazioni”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)