EDITORIA: DAVVERO, IL WEB COMIC, ARRIVA IN EDICOLA

Condividi

DOPO IL SUCCESSO SU INTERNET DIVENTA UNA MINISERIE

(ANSA) – ROMA, 19 DIC – Dopo aver conquistato il pubblico di Internet, ‘Davvero’, web comic a puntate di Paola Barbato, diventa una miniserie da edicola, pubblicata dalla Star Comics. ‘Davvero’ nasce da un’idea di Paola Barbato, sceneggiatrice della Sergio Bonelli Editore (Dylan Dog, Romanzi a fumetti, Le Storie) e autrice di casa Rizzoli, che ha voluto creare un prodotto che mutuasse la tradizione dei manga per ragazze. La sfida di ‘Davvero’ parte dal basso e si posiziona come progetto free, senza finanziatori, ma a cui decidono di aderire disegnatori e coloristi, emergenti e non. Inizialmente ‘Davvero’ viene pubblicato online (sul sito www.davvero.org) una volta a settimana, con un episodio di sei tavole. Ma il successo è tale che gli episodi diventano due a settimana e raggiungono punte di 10.000 visitatori unici. E ora sbarca anche in edicola. Davvero racconta la storia di Martina Ferrari, diciannovenne bresciana, studentessa universitaria noiosa e annoiata, viziata e priva in maniera desolante di ogni prospettiva o ambizione. Il padre, solido imprenditore tutto casa e lavoro, le impone un aut aut: o si dà  una regolata oppure prende la porta con una buona uscita di 20.000. La ragazza, per un mero atto dimostrativo, prende i soldi, fa i bagagli e se ne va sbattendo la porta. Non se ne vuole andare, pensa anzi di andare a Milano a fare shopping e tornare a casa una volta ottenute le scuse di tutti. L’amara scoperta che la famiglia e gli amici la ritengono un’assoluta incapace di sopravvivere 24 ore da sola, la convince a restare nella capitale lombarda. Ma Martina è realmente inetta come tutti la dipingono e dovrà  vedersela da sola, cercare un lavoro, una casa e crescere. La miniserie è composta di 12 numeri sceneggiati da Paola Barbato e disegnati da: Walter Trono, Antonio Lucchi, Damjan Stanich, Riccardo Nunziati, Elena Cesana & Roberta Ingranata, Michela Da Sacco, Marco Dominici, Arjuna Susini, Alberto Lingua, Rosario Raho, Gea Ferraris, Emilio Pilliu. Le copertine sono di Andrea Meloni. (ANSA).