Giulia va di corsa

Condividi

Giornalista d’assalto radicale e di sinistra, Giulia Innocenzi è la vera novità  di ‘Servizio pubblico’ e del giornalismo politico italiano. Sembra la ragazza della porta accanto ma sotto sotto è dotata di un ego extralarge e di una buona dose di esibizionismo. Si è fatta notare al grande pubblico nel 2008 con la sua candidatura alla segreteria dei Giovani del Pd.

La ragazza tutta grinta del circo Santoro si presenta all’appuntamento in un bar gastronomia del quartiere Prati di Roma nella sua versione cosiddetta acqua e sapone, anche se nella fattispecie basterebbe dire acqua. Ha gli occhi stanchi dietro un paio di occhiali da vista, indossa un divertente pellicciotto di lana bianco, i capelli raccolti alla meglio con una forcina. Non è trasandata: se ne frega. Tutto ciò sottolinea la sua schiettezza e la vittoria della sostanza sull’apparenza. È giovane, carina, vivace, potrebbe sgommare facilmente sui teleschermi con questi tre cilindri, e invece usa il diesel dell’applicazione, dello studio, del lavoro. E fin qui, niente da dire.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 434 – Dicembre 2012