TV: AUDIOSOCIAL, MASTERCHEF (SKY) IL PIU’ TWITTATO

Condividi

SERVIZIO PUBBLICO DOMINA SU FB,A UOMINI E DONNE PRIMATO DEI LIKE

(ANSA) – ROMA, 1 FEB – ‘Masterchef Italia’, il programma di Sky, conquista lo scettro di programma più gradito della settimana su Twitter. #Masterchefit è stato l’hashtag più utilizzato tra i programmi tv secondo quanto rilevato da Audisocial Tv, l’osservatorio permanente di Reputation Manager che misura le performance dei programmi televisivi sul web. ‘Masterchef Italia’ è per la prima volta il programma più twittato con il 15% dei tweet, mentre ‘Servizio Pubblico’ (La7) di Santoro resta al secondo posto con il 12%, davanti a ‘Ballaro” (Rai 3) con l’11%. ‘Le Invasioni Barbariche’ (La7) di Daria Bignardi, che la scorsa settimana aveva esordito come programma più twittato, scende questa settimana al sesto posto. Sul fronte Facebook, dove la relazione con i fan è più consolidata, ‘Servizio Pubblico’ si riconferma primo nella classifica Active Fan con 1631 fan attivi che hanno prodotto 2710 post e commenti sulla fan page ufficiale del programma. Bene anche ‘Masterchef Italia’, secondo con 1505 fan attivi, davanti a ‘Uomini e Donne’ (Canale 5) con 1.484 fan attivi e ‘Le invasioni barbariche’ con 1.174 fan attivi. Nella classifica Reaction, che misura il livello di reattività  dei fan ai post pubblicati sulla Fan Page, è ‘Uomini e Donne’ a conquistare di nuovo il primato settimanale con 23.205 like, davanti a ‘La prova del cuoco’ (11.992 like) e ‘Servizio Pubblico’ stabile al terzo posto (11.633 like). Anche nella classifica Action, calcolata sul numero di post pubblicati dagli amministratori delle pagine, Uomini e Donne risulta il programma più attivo questa settimana con 139 post della redazione, superando ‘Agora” (Rai3) con 116, mentre ‘Servizio Pubblico’ è stabile al terzo posto (69). Il post che ha ricevuto il numero più alto di like (3697), condivisioni (1.767) e commenti (180) è quello di ‘Alle falde del Kilimangiaro’ (Rai 3): dedicato alla Giornata della Memoria ‘Oggi e’ la Giornata della Memoria. Non dobbiamo dimenticare!’. (ANSA).