TV: NUOVO TREND USA E’ VEDERE SERIAL IN ABBUFFATA

Condividi

RIVOLUZIONE NETFLIX, 13 PUNTATE IN UN COLPO SOLO

(di Alessandra Baldini) (ANSA) – NEW YORK, 01 FEB – Primo febbraio 2013: la rivoluzione in tv è cominciata. Netflix, la società  statunitense di streaming online, ha lanciato oggi la prima serie televisiva originale tutta in un colpo. Kevin Spacey e Robin Wright protagonisti, ‘House of Cards’ offre 13 episodi di due ore l’uno, digeribili in una unica ‘grande abbuffata’ secondo un format decisamente nuovo anche se di fatto adottato sempre più spesso da chi guarda televisione in America: non più aspettando le scadenze imposte dai palinsesti del piccolo schermo ma a proprio gusto su tablet, computer, video on demand, via Netflix o HuluPlus, o grazie ai cofanetti di Dvd. Perché tutto questo? C’é il ragazzo di college che non ha la tv in camera ma non vuole rinunciare agli show preferiti. C’é l’amico che insiste per farti guardare tutti gli episodi di Mad Men prima che cominci la nuova stagione. C’é chi, durante le vacanze, si immerge in una vera e propria maratona di decine di puntate di West Wing. Come molti passatempi americani, può diventare competitivo: si sa di gente che si vanta di aver visto una intera stagione di Homeland o Downton Abbey in una sola seduta. “L’idea è di tenere l’intera America incollata per una giornata intera”, ha detto scherzando Beau Willimon, il produttore. Grazie alla nuova formula, ‘House of Cards puo’ fare a meno di alcune delle tradizioni così comuni nei serial tv come il ricorso ai flashback: non c’é motivo di ricordare cosa è accaduto nelle puntate precedenti. “Lo show presume che tu sappia cosa sta succedendo in ogni momento” ha detto Ted Sarandos, capo dei content di Netflix. ‘House of Cards’, diretta da David Fincher (con Spacey in Seven) è televisione di qualità , il remake americano da 100 milioni di dollari di una miniserie inglese Bbc degli Anni Novanta. Lì il thriller politico partiva dalle dimissioni di Margaret Thatcher e si incentrava sul capo dello staff dei Conservatori e sul suo rapporto con un ambizioso politico deciso a farsi eleggere Primo Ministro. La storia spostata negli Usa vede Spacey nei panni del repubblicano Frank Underwood a capo della maggioranza alla Camera dei rappresentati americana che, dopo essere stato esautorato dal posto di segretario di stato, trama un complotto per far cadere il nuovo presidente.